La Soufriere: update del 19 aprile

Dopo 52 ore di quiete il vulcano La Soufriere ha ripreso la sua ttività esplosiva. Sarà un unicum o ci aspettano nuove importanti eruzioni. Monitoriamo la situazione proponendo la traduzione italiana dell’ultimo update di oggi lunedi 19 aprile.https://www.progettoscienze.com/blog/ultimora-nuova-esplosione-del-la-soufriere/

  1. L’episodio di continuo tremore sismico generato dall’attività esplosiva del La Soufriere è continuato fino alle 9:00 pm del 18 aprile.
  2. Dopo questo episodio i terremoti ibridi e i piccoli terremoti di lungo periodo sono stati registrati ad un ritmo simile a quello registrato prima dell’attività esplosiva. Esso è diminuito sensibilmente verso circa l’1:00 am del 19 aprile.
  3. Non sono stati registrato terremoti tettonici nelle ultime dodici ore.
  4. Una frana è stata registrata intorno alle 1:39 am del 19 aprile. Le frane possono essere associate alla crescita di un domo lavico ma ciò non può essere confermato senza osservazioni dirette.
  5. La nostra rete GPS ha mostrato un cambiamento nei movimenti orizzontali e verticali dall’iniziale depressurizzazione conseguente alla fase esplosiva del 9 aprile.
  6. questi cambiamenti possono suggerire l’afflusso di magma dalle profondità del sistema sub-vulcanico, sebbene sono necessarie più evidenze per confermare questa interpretazione.
  7. Il vulcano continua ad eruttare. Questo quadro di attività sismica degli ultimi giorni è tipico della crescita e distruzione di domi lavici.
  8. Esplosioni con nubi piroclastiche di simile o maggiore magnitudo possono avvenire con minimo o assente preavviso con impatto su S.Vincent e le isole prospicienti.
  9. Il Vulcano è ad un livello di allerta rosso

E’ evidente il cambiamento nei toni del bollettino di oggi. La forte esplosione registrata la scorsa notte, cambia decisamente il quadro dell’attuale attività vulcanica, per nulla conclusa. Anzi, oggi descritto un importante chiarimento sul comportamento del La Soufriere. Esso, ci dicono gli esperti si starebbe comportando come una pentola in ebollizione coperta da un leggero coperchio, il domo vulcanico, questo coperchio, viene fatto saltare periodicamente, per poi far crescere un nuovo domo vulcanico, dato dal raffreddamento della lava molto viscosa, e lo schema si perpetua, non sappiamo per quanto tempo ancora.

Rispondi