Aprile 2021 segni di discontinuità climatica

Continua il platau globale delle anomalie positive che anche in aprile come in marzo non sfondano i record assoluti come eravamo abituati negli scorsi anni. Qui di seguito, prima di dare il nostro commento proponiamo la traduzione italiana del resoconto mensile del NOAA. https://www.noaa.gov/news/april-2021-and-year-to-date-were-among-earth-s-top-10-warmest

La media delle temperature globali in aprile è stata di 0,79°C al di sopra della media del ventesimo secolo di 13,7°C, facendo di aprile 2021 il nono più caldo di sempre. L’aprile 2021 ha registrato il 45esimo consecutivo aprile sopra la media e il 436esimo consecutivo mese con temperature al di sopra delle medie del 20esimo secolo.

Le temperature globali da gennaio fino ad aprile sono stati di 0,77°C al di sopra della media, facendo di esso l’ottavo più caldo della storia. Le temperature sono state molto al di sopra della media sul Canada orientale e parti dell’Asia meridionale. L’Africa ha avuto il suo terzo anno più caldo della storia, mentre il Sud America ha avuto il decimo più caldo della sua storia. Nessuna terra emersa e nessuna area oceanica ha registrato record di freddo durante questo periodo.https://www.progettoscienze.com/blog/marzo-2021-lottavo-piu-caldo-della-storia-a-livello-globale/

I Principali eventi registrati nel mese di aprile

  • Qualche regione ha avuto un freddo aprile: In contrasto con la situazione complessiva mondiale, parti dell’Alaska, la metà occidentale del Canada, gli Stati centrali degli USA, l’Europa, l’Asia centrale, l’Australia, la regione antartica orientale e l’Oceano Pacifico tropicale orientale sono stati più freddi del normale. l’Europa ha visto il suo più freddo aprile dal 2003.
  • I ghiacci marini artici sono stati sostanzialmente al di sotto della media: La copertura dei ghiacci artici (estensione) in aprile ha registrato 5,34 milioni di miglia quadrate- il 5,8% al di sotto della media 1981-2020-la sesta più piccola estensione in aprile in 43 anni di registrazioni.
  • Non c’è molta neve di cui parlare: La copertura nevosa del nord emisfero è stato l’undicesimo minore della storia con la copertura nevosa del Nord America che segna il decimo minore della storia.

Aprile 2021 segni di discontinuità climatica

I segnali raccolti durante questo mese sono contrastanti, iniziano a comparire oltre alle ormai croniche anomalie calde, diverse zone del globo che hanno visto invece una controtendenza. Anche rispetto alle carenti condizioni dei ghiacci artici non raggiungiamo i valori di deficit degli anni scorsi, inoltre non viene citata, pur comparendo sulla mappa in apertura l’anomalia positiva dell’estensione dei ghiacci antartici che fanno segnare un’anomalia positiva di 3,4%, sedicesimo valore più alto della storia. Insomma siamo forse di fronte alla prima importante discontinuità climatica dopo i catastrofici anni ’10 del nuovo secolo.

Un pensiero su “APRILE 2021 SEGNI DI DISCONTINUITA’ CLIMATICA”

Rispondi