1ctan1.png

Il mese di novembre in Europa è stato contraddistinto da un flusso di correnti mediamente sud occidentali sull’Europa centrale mediterranea e balcanica, questo a causa di un pattern che ha prediletto scambi con le alte latitudini con asse che univa la Scandinavia con l’Iberia. Ciò ha provocato una risposta libecciate su tutto il comparto centrale europeo determinando,come si vede, una anomalia abbastanza marcata su Italia, Francia meridionale,e paesi della ex Jugoslavia. Va inoltre sottolineato che questa anomalia sarebbe stata più marcata se all’inizio del mese non avessimo subito gli effetti di una temporanea disposizione dell’asse di scambio più meridiano. 1cpnp1.png

Questo pattern ha inoltre determinato importanti precipitazioni sulle regioni occidentali italiane, come si vede dalla carta qui allegata, dove si vede un Europa secca solo su Granbretagna, Germania e Polonia,  con il resto al di sopra della media, anche di molto, dove hanno insistito maggiormente gli effetti orografici delle correnti libecciali. Nel complesso dunque novembre in media sia termica che pluviometrica. Torniamo dunque nella media climatica? I presupposti ci sono tutti, vedremo come si comporterà dicembre.

Rispondi