Domenica da tregenda in arrivo. Un nuovo impulso di aria fredda nelle prossime ore si tufferà nel Mar Mediterraneo entrando dalla porta del Rodano. Ciò determinerà l’approfondimento di una zona di bassa pressione sulla Sardegna, in rapido spostamento verso est-nord est. Qui di seguito vediamone gli effetti nel video di analisi. https://www.progettoscienze.com/blog/irruzione-polare/

Siamo di fronte ad una classica ritornante, dagli effetti come vedremo molto pesanti soprattutto su: Sardegna, Campania, Toscana, Marche e Romagna. La traiettoria di questa depressione determinerà il maggiore o minore interessamento dell’Emilia-Romagna e del Triveneto, come spesso accade in queste circostanze. Al momento l’epicentro dei fenomeni interesserebbe, come vedremo dalle mappe di analisi qui di seguito, appunto: Sardegna, Campania, Toscana meridionale e Marche centro-settentrionali. http://www.lamma.toscana.it/modelli/atmo/mappe/atmosfera2?model=mol02ecm

Differenze importanti tra i due modelli utilizzati, nel modello BOLAM epicentro delle precipitazioni sulle Marche centrali, con maggiore interessamento della Campania e della Toscana meridionale, con quantitativi interessanti anche sulla Romagna. Diverso il caso di MOLOCH dove le precipitazioni interesserebbero più le Marche meridionali, il Lazio e la Campania, con un interessamento marginale della Romagna. Domenica da tregenda dunque, con fenomeni violenti e soprattutto concentrati in poche ore, situazione idrogeologica da monitorare.

Rispondi