Salve amici, siamo alla vigilia di un importante raffreddamento per il continente europeo, non sappiamo se esso sarà l’inizio di una più duratura fase fredda oppure se sarà solo un unicum. Per il momento possiamo però approfondire, come faremo ogni mese, l’evoluzione storica in Europa del mese che va iniziando. media-1981-2010

La carta che presentiamo in apertura dell’articolo si riferisce all’anomalia media registrata nel periodo 1981-2010. Vedremo nel proseguo come essa sia fortemente condizionata dall’ultimo ventennio. In generale dunque sembra che ottobre sia caratterizzato da anomalie medie positive, ma non è sempre stato così.

 

anni '50.pngAndiamo per ordine: il decennio degli anni ’50 presentò in genere mesi di ottobre normali, a livello europeo,  come si vede dalla media presentata qui in alto. Diversa fu la situazione per l’area mediterranea dove vi furono condizioni al di sotto del normale. Come vedremo dalla carta sottostante, in questo decennio l’ottobre 1956 fu particolarmente freddo, chiudendo un’annata del tutto storica dal punto di vista delle anomalie termiche.

1956
OTTOBRE 1956
Gli anni sessanta costituirono senza dubbio gli anni con i mesi di ottobre più caldi nel ‘900. Come possiamo vedere dalla carta che posto a corredo qui di seguito. All’interno di questo decennio c’è  da annoverare l’annata 1964 che vide l’Europa sotto l’influsso di fredde correnti continentali, con marcate anomalie fredde. Ciò fu dovuto, come si può vedere dalla prima carta che potete vedere qui di seguito, da una rara configurazione barica evidentissima nella cartina, uno  SCAND++, praticamente un continuo cordone di alte pressioni che dalla russia arrivavano fino all’oceano con un canale depressionario isolato sul Mediterraneo centrale.

geopot64
Anomalie di geopotenziale nell’ottobre del 1964.

1964
OTTOBRE 1964
anni-60

Gli anni settanta proposero i mesi di ottobre più freddi del novecento. Come possiamo vedere dalla cartina allegata. anni70

Gli anni ’80 proposero mesi di ottobre più caldi e gli anni ’90 mesi di ottobre più freddi, tra i quali però non va dimenticato l’ottobre 1995 quando per la prima volta fece la sua comparsa una presenza anomala che sarebbe divenuta abituale negli anni a seguire: l’anticiclone afromediterraneo.

Infine l’ultimo ventennio, contraddistinto dalle grandi anomalie termiche e dagli ottobre che sapevano più d’estate che d’autunno. Veniamo agli anni 2000.anni-2000

Impressionanti le anomalie diffuse e persistenti contraddistinguenti il decennio, contraddistinto non solo dalle ripetute rimonte afromediterranee, ma anche dai fenomeni violenti dovuti a correnti subtropicali calde di origine basso atlantica.

X41IJjgLYD.png

Concludiamo questa lunga carrellata con l’ultimo quinquennio, anch’esso dominato da forti anomalie termiche. Vedremo, alla fine di questo mese se ottobre 2016 farà eccezione, ma, appare evidente, da queste ultime cartine, come l’irruzione che vivremo nei prossimi giorni abbia, alla luce del trend degli ultimi anni caratteristiche di eccezionalità. Troverete tutte le carte delle anomalie nella galleria a fianco ad ogni articolo, per tutto il mese di ottobre.

Rispondi